SPECIALE “LE DONNE NEL FUMETTO” – diciassettesima puntata: LE DONNE DI FLASH GORDON

DICIASSETTESIMA PUNTATA

Si continuano a pubblicare gli articoli di ‘taglio’ storico che compongono la prima parte dello speciale “Donne nel fumetto”.
Dopo tanti articoli interessanti su: Betty Boop, sui primi personaggi femminili dei fumetti),  su Miss America , sulle compagne di Superman e Batman, e sulla diversità di genere nel fumetto supereroistico, su Grazia Nidasio, sulle eroine dei cortometraggi Disney, oggi pubblico un articolo, molto ricco immagini, decisamente atipico perché è la composizione di 3 post pubblicati originariamente (nel 2013, tra il 28 marzo e l’11 aprile) sul Blog Cartoonist Globale  di Luca Boschitutti e tre a cura del super esperto Antonio Cadoni.
Nota bene:
del terzo post, quello su Fria ebbe oltre 100 commenti, molti dei quali interessanti. Sperando di fare cosa gradita li ho riproposti in fondo a questo post allegandoli in un file in PDF.

Buona lettura
Mario Benenati​,
direttore culturale del web magazine Fumettomania



LE DONNE DI FLASH GORDON

di Antonio Cadoni

 

DALE ARDEN

Come promesso, Antonio Cadoni ha cominciato a selezionare le meravigliose creature femminili che Alex Raymond affiancò a Flash Gordon. Cominciamo con Dale Arden, la preferita!

Gordon e Dale si danno del “voi”!

Scriveva Antonio Cadoni (nel post originario), nei commenti: <<E’ chiaro che queste vignette sono state selezionate dalle edizioni Nerbini.>>

Mentre uno dei commentatori del Blog, Fortunato, così scrisse:
<<Precisiamo.
Queste vignette sono state selezionate dall’edizione Nerbini, ma da quella del dopoguerra.
Gli albi prebellici saranno in tricromia e con vignette ritoccate, ma non sono certo lucidati, li conosco bene: ho passato l’infanzia a ricopiarli. 😉  >>
Ed ancora: <<Nerbini aveva pubblicato Flash Gordon tra il 1934 e il 1938 sul settimanale L’Avventuroso, dove era stampato in tricromia. Queste tavole le raccolse (tra il 1935 e il 1938) anche in 7 famosi albi.
Quando, nel 1946, decise di ripubblicare Flash Gordon, lo fece in 30 numeri della Collana Albi Grandi Avventure.
Qui, accanto a disegni originali, si trovano numerosi “lucidi” (copie eseguite da Guido Fantoni) per sostituire pagine che, evidentemente, si erano perdute durante la guerra. Anche questa edizione era in tricromia (se noti bene, le linee del disegno o il lettering sono blu e non nere) e, dal 22° albo, storia e disegni erano completamente inventati.
Per altri dettagli sulla questione puoi dare un’occhiata qui:
http://testanellenuvolette.blogspot.it/2010/08/vuole-il-vero-sig-flash-gordon-alzarsi.html >>


LA PRINCIPESSA AURA

Ed ecco la Principessa Aura, figlia del despota Ming, ancora nelle vignette selezionate da Antonio Cadoni.

Nel post originario, una lettrice chiamata Carmen chiese: 
<<Ricalcate anche queste vignette, del dopoguerra?>>
Rispose un altro utente, chiamato gianni milo:
<<Per chi non lo sa: su otto vignette tre sono lucidate da Fantoni (anche il lettering) e una censurata (il corpetto a righe) da Giove Toppi. Le vignette essendo in quadricromia sono della edizione dopoguerra 1946/7.>>

FRIA, la REGINA DELLE NEVI

Scriveva Luca Boschi nel post originario dell’11 aprile 2013:
<<Uno dei post di Cartoonist Globale più visionati e condivisi degli ultimi tempi è stato il secondo sulle Donne di Gordon, quello sulla Principessa Aura. Mi scrivono i ben informati che su Facebook è stato clikkato sinora da 1.260 persone diverse. Qui nel blog non è dato saperlo.
Flash Gordon, con Ming e Dale Arden, è presente alla fine dello scroll di questo post anche in dipinto, e con le matite dello stesso.>>

E adesso, quattro immagini su idillio e gelosi…

Scriveva Luca Boschi: <<Dal caos delle mie carte è emersala collezione de L’Avventura.
Su questo giornale, Fria ha effettivamente la carnagione rosea, come pare fosse nell’edizione originale (francamente io trovo più suggestive le vignette con la carnagione azzurra, come era nelle edizioni Spada).
Allego qualche vignetta, per fare qualche parallelo.>>

Questo post mi ricordo che superò i 100 commenti, molti dei quali molto interessanti, che allego interamente nel file sottostante in PDF:

Commenti al post su Fria estratti
dal Blog cartoonist Globale

NOTE BIOGRAFICHE

LUCA BOSCHI

Comics, Cartoons, Lampoon, Art, Society, Fumetto, Cartoni animati, Illustrazione, Animation, Illustratio, History, Educational, Bedé, Tebeos, Historietas,

Luca Boschi lavora un po’ in tutti i media da oltre tre decenni.
Collabora con The Walt Disney Company, Sergio Bonelli Editore, Linea Chiara/Nona Arte, Comicon Edizioni, Corriere della Sera, Panini, IF Edizioni e svariati altri editori. Insegna alla sede di Firenze della Scuola Internazionale di Comics sin dalla sua fondazione. E’ stato fino ad aprile 2017: Direttore Culturale del Festival Internazionale Napoli Comicon (non sappiamo se lo sarà ancora).
lucaboschi.nova100.ilsole24ore.com

ANTONIO CADONI

Antonio Cadoni è nato a Nuoro il 12 giugno 1927, è cresciuto a Santa Giusta e da quasi sessant’anni risiede a Livorno. Da sempre ha avuto due passioni:  l’enigmistica (fin dal 1948 è iscritto all’Albo degli enigmisti italiani) ed i fumetti (ha sempre conservato gelosamente tutti i giornalini acquistati da ragazzo, per cui può vantare una collezione invidiabile). Studioso dei comics e dell’illustrazione (con particolare predilezione per Benito Jacovitti) ha collaborato alle più importanti e diffuse riviste specializzate. Ha curato la rivista “NostalVitt” dell’Associazione Amici del Vittorioso (della quale è stato uno dei promotori) ed è stato vicepresidente dello Jacovitti Club, presieduto dallo stesso Jacovitti.

Web Hosting


SOMMARIO WEB

INTRODUZIONE

INTRODUZIONE ALLO SPECIALE FUMETTOMANIA N.21: “LE DONNE NEL FUMETTO”

COPERTINA E SOMMARIO

8 MARZO: INIZIA LO SPECIALE “LE DONNE NEL FUMETTO” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi